Sentenza del 29 novembre 2011: Figlio minore sul motorino

L’incidente del figlio minore sul motorino può costare caro ai genitori.Se nel sinistro la vittima trasportava altro passeggero può esservi responsabilità concorrente (per il risarcimento del danno) dei genitori per la mancata vigilanza sul minore.

Così i giudici di legittimità nella sentenza 29 novembre 2011, n. 25218, che, pur non entrando nel merito della questione confermano quanto precisato in primo grado e in sede di appello.La fattispecie oggetto di controversia concerneva un ragazzo minorenne che aveva caricato un coetaneo sul proprio motorino; i due venivano coinvolti in un incidente stradale che determinava lesioni a carico di entrambi.

Il Tribunale aveva ritenuto di ascrivere la responsabilità di tale sinistro per il 75% al conducente del veicolo e per il restante 25% al genitore del ragazzo che portava il motorino. In sede di appello veniva confermata tale interpretazione.Le cose non sembrano cambiare in sede di legittimità; in sostanza i genitori del ragazzo devono essere considerati responsabili per omessa vigilanza nei confronti del minore.
L’utilizzo del motorino da parte di un minorenne, quindi, deve sempre essere presidiato dagli esercenti la patria potestà.

 

I commenti sono chiusi