Motociclista non fa indossare il casco al passeggero: è omicidio colposo

Se il motociclista non fa indossare il casco al passeggero, in caso di incidente, risponde di omicidio colposo.

E' quanto ha stabilito la Quarta Sezione Penale della Corte di Cassazione, con la sentenza 8 novembre 2012, n. 43449, che ha ritenuto del tutto irrilevante che il soggetto trasportato fosse maggiorenne e, quindi, capace e pienamente responsabile delle sue azioni.

Il fatto vedeva un motociclista essere condannato per omicidio colposo per non aver fatto indossare il casco alla sua passeggera che, a seguito di un incidente, è deceduta.

Secondo i giudici della Suprema Corte, sebbene il codice della strada stabilisca che il conducente è responsabile per il mancato rispetto dell’obbligo del casco, da parte del passeggero, solo se quest’ultimo è minorenne, il conducente è comunque responsabile per omesso controllo, a nulla rilevando che manchi una specifica violazione contravvenzionale.

Per la Corte di Cassazione, quindi, correttamente all’imputato è stato addebitato l’omesso controllo dell’uso del casco da parte della passeggera.

(fonte: Altalex)

I commenti sono chiusi