Istat: diminuiscono le vittime degli incidenti stradali

Secondo l'ISTAT, diminuiscono le vittime degli incidenti stradali. Rispetto al 2017 si è registrato un lieve calo dellʼ1,6%. In aumento però i morti sulle autostrade a causa del crollo del Ponte Morandi

In calo il numero delle vittime di incidenti stradali in Italia. Secondo dati Istat nel 2018 sono stati 172.344 gli incidenti stradali con lesioni a persone, in calo dell'1,5% rispetto al 2017, con 3.325 vittime (morti entro 30 giorni dall'incidente) e 242.621 feriti (-1,7%). Il numero dei morti torna dunque a diminuire rispetto al 2017 (-53 unità, pari a -1,6%).

Sebbene il numero dei morti per incidenti stradali sia complessivamente in diminuzione, l'Istat rileva che sono aumentate nel 2018 le vittime sulle autostrade- da 296 nel 2017 a 327 con un +10,5% - e ciò a causa del crollo del Ponte Morandi che ha coinvolto numerosi veicoli e causato 43 vittime.

Il numero degli incidenti con esito mortale sulle autostrade rimane comunque sostanzialmente invariato - da 253 a 255 tra il 2017 e il 2018. Sulle strade extraurbane e urbane le vittime diminuiscono (rispettivamente 1.596, -1,2% e 1.402, -4,4%).

Tra i morti risultano in aumento i pedoni (609 con un aumento del +1,5%), i ciclomotoristi (108, +17,4%) e gli occupanti di autocarri (188, +15,3%). Sono in diminuzione, invece, i motociclisti (685, -6,8%), i ciclisti (219, -13,8%) e gli automobilisti (1.420, -3,0%).

"Registriamo un aumento delle vittime delle categorie vulnerabili, in particolare tra i pedoni", ha dichiarato Angelo Sticchi Damiani, presidente dell'Automobile Club d'Italia. Secondo i dati nel 2018 le vittime tra i 15-19 anni sono aumentate del 25,4%, tra gli anziani del 22%, tra i ciclomotoristi del 17,4% e tra i pedoni del 1,5%.

Fonte: TGCOM24.

I commenti sono chiusi