Infrazione di una norma sulla circolazione stradale

L'infrazione di una norma sulla circolazione stradale, pur potendo importare responsabilità ad altro titolo, non può di per sé dar luogo a responsabilità civile per un evento dannoso che non sia con essa in rapporto di causa ed effetto. (In applicazione del principio, la S.C. ha cassato la sentenza che aveva escluso la responsabilità del Comune e della Regione peri i danni conseguenti alla caduta in acqua di una vettura, durante una manovra su banchina portuale priva del segnale di pericolo, in ragione della violazione da parte del conducente di un divieto di sosta, e non di transito, quindi non preordinato ad evitare l'evento verificatosi).

Corte di Cassazione, Sez. 3 - , Ordinanza n. 5729 del 27/02/2019

I commenti sono chiusi